13 August 2009

Salicornia in pastella

La salicornia é conosciuta come asparago di mare a.k.a samphire grass (seaweed). E' una pianta marina commestibile dai rami carnosi e succulenti. Si sviluppa su terreni ad elevato contenuto salino, quindi lungo le coste marine, in prossimitá di stagni, lagune.. E come dice il nome, contiene molti sali tra i quali quelli di iodio e di bromo, e molta vitamina C.
Non l'avevo mai mangiata, senonché vedendola al mercato del pesce, sono stata tentata di prenderne un po' per assaggiarla. L'ho cucinata in pastella, come mi ha suggerito la mia amica, e non ha deluso le mie aspettative.
Hanno un sapore di mare, di salsedine, un loro gusto distinto, una consistenza tenera e croccante e di sapore salato, e nonostante le abbia lasciate in acqua fresca per un po' di ore, sono rimaste molto salate.

Per la pastella: 150 g di farina, 2 uova, birra fredda q.b., un pizzico di sale (in questo caso l'ho omesso poiché la salicornia é giá salata di suo).
Amalgamare in una ciotola gli ingredienti. Ottenere una pastella morbida ma non liquida. Buttarci dentro la salicornia e poi a cucchiaiate versare nell'olio bollente e friggere. Mettere su carta assorbente e servire.

Che bel verde brillante!

4 comments:

The happy housewife said...

Non le ho mai assaggiate queste alghe ma da patita delle alghe penso che mi piacerebbero proprio!!

Betty said...

è una novità anche per me... però complimenti devono essere deliziose, bacio.

Barbara said...

Adoro la salicornia e preparata così mi stuzzica parecchio, grazie!

said...

Ciao, passa da me, c'è una rosa per te!
Baci