18 August 2009

Homemade praline e semifreddo: sublime ed irresistibile!

Il praliné (o pralinato) è una crema di nocciole e mandorle, dapprima caramellate, quindi diventate croccante, e poi frullate: in una prima fase diventerà granuloso e polveroso, poi continuando a frullare, il calore provocato dal movimento delle lame farà fuoriuscire le sostanze oleose della frutta secca, e si otterrà una crema densa, aromatizzata e profumatissima (sotto i denti si sentirá, ogni tanto, qualche minuscolo granellino di nocciola e mandorla, ma va bene cosí). Questa cremina densa la si puó utilizzare per aromatizzare: gelati, semifreddo, mousse, bavarese, creme, per il ripieno di cioccolatini, torte e, tutto quello che la nostra fantasia ci suggerisce.
A me 'ste cose sfiziose piace tanto prepararle, ehm, non solo prepararle eh, soprattutto deliziarmici!

Ecco il mio primo barattolino di praliné: che fatica resistergli! (ahahha, manco stessi parlando di un uomo! ahaah) l'ho usato per fare un semifreddo alla nocciola. E credetemi, é sublime! Quando si scioglie in bocca fa toccare il cielo con un dito! Esagerata? Non credo proprio, saró anche golosa, ma voi provatelo e poi sappiatemi dire ;-) E mentre lo preparerete, non saprete resistere a questa squisitezza! Parola mia! :-)


Praliné - Pralinato


Ingredienti:
100 g di mandorle
*
100 g di nocciole
**
200 g di zucchero
***
1/4 di bicchiere d'acqua.

Versare in una pentola dal fondo spesso lo zucchero e l'acqua, farlo sciogliere sul fuoco a fiamma bassissima (non usare nessun cucchiaio per mescolare).
Quando il caramello é ancora trasparente, appena biondo, versarvi la frutta secca intera, meglio se riscaldata in forno, così lo zucchero non granirà, altrimenti il caramello ridiventerà zucchero. Se succede, basta continuare a mescolare il composto con un cucchiaio di legno fino a quando lo zucchero si riscioglierá ricoprendo la frutta secca di zucchero caramellato, quindi togliere dal fuoco e versare subito su una placca rivestita di carta forno. Stendere il composto in modo sottile (sará piú facile poi romperlo). Lasciar raffreddare e poi, spezzettare il croccante (aiutandosi con un mattarello o qualsiasi altra cosa) e passarlo nel frullatore a media velocitá (e fermarsi ogni tanto per non affaticare/surriscaldare troppo il frullatore, specie se si usa di quelli non molto potenti) fino a quando non diventa una crema. In una prima fase diventerà granuloso, polveroso, poi bisognerá continuare a frullare, in modo che il calore provocato dal movimento delle lame farà fuoriuscire le sostanze oleose della frutta secca, e si formerà una pasta dalla consistenza omogenea. Vedrete che la parte oleosa si separerá da quella cremosa. E' pronto.
Il praliné si conserva in barattoli di vetro per due, tre mesi.



* Le mandorle devono essere tostate. Se sono state acquistate con la pellicina: si scottano per un minuto in acqua bollente, si scolano e si mettono all'interno di un canovaccio. Basta strofinarle, e vedrete che la pellicina verrá via come niente. Prima di utilizzarle, accertatevi che siano completamente asciutte. Tostatele in forno.
Io sono stata cosí impaziente nel preparare il praliné, che non ho voluto perdere tempo a spellare le mandorle. Come vedete, le ho lasciate con la pellicina e, vanno bene lo stesso, ma la prossima volta proveró a fare senza la pellicina.


** Le nocciole devono essere tostate.
Se sono state acquistate con la pellicina: si spellano mettendole una decina di minuti in forno poi si mettono all'interno di un canovaccio e si sfregano, la buccia verrá via come d'incanto.


*** Io ho utilizzato quello che avevo in casa in quel momento cioé, 100 g di zucchero di canna semolato cristallino, dal colore leggermente dorato, e 100 g di zucchero semolato bianco.






Ecco come si presenta, quando apriamo il barattolo di praliné, la superficie é liscia ed oleosa.


Per farvelo vedere meglio, una foto con il flash.


Semifreddo alla nocciola


Ingredienti:
250 ml di panna
2 uova
100 ml di praliné
100 g di granella di nocciole
50 g di zucchero semolato

In due recipienti diversi, montare, a neve gli albumi e, la panna.
Sbattere i tuorli con lo zucchero finchè saranno gonfi e spumosi.
Unirvi la granella di nocciole e il praliné. Mescolare.
Aggiungere la panna e mescolare dal basso verso l'alto.
Aggiungere gli albumi e mescolare sempre allo stesso modo, per non far smontare il tutto.
Versarlo in uno stampo da plumcake ricoperto da pellicola. Riporlo in freezer per qualche ora, meglio se tutta la notte.
Prima di servire, lasciare fuori dal freezer 5 minuti e decorare con biscotti amaretti, granella di nocciole e amaretti sbriciolati.


Ed ora gradireste un semifreddo alla nocciola? Fresco e godurioso! :-)

7 comments:

Laura said...

Ahhhh...lo voglio fare!!! Non so però se dal barattolo resisterebbe così tanto da trasformarsi in semifreddo!! :)

Federica said...

mamma mia avrei voluto avere io quel cucchiaino per affondarlo nel barattolo!! segnata!!

Betty said...

aiutooooooooo.... no dai!! mo' chiudo tutto e vado a casa :D!!!
ma si può... ma è mai possibile che si postano queste cose che attentano alla dieta (deglia altri, non mia eh)!!!!
caspiterina e che delizia deliziosa e come si fa a resistere?
complimenti cara Kiki, a presto.

Maya said...

Che favolaaaaa! deve esser divino!

ilcucchiaiodoro said...

mmm davvero sublime è da tanto che non lo faccio mi sa che provo la tua ricetta perchè la mia era meno "cremosa"

Anonymous said...

che bello il pralinato, lo preparero' di sicuro, brava come sempre allora!!!! Complimenti per il blog!!
Chabba

luna said...

miiiii ma tu fai cose una più buona dell'altra... andando avanti così che dieta devo fare io???
Sei troppo brava!!!