11 August 2009

Astice alla griglia

L'astice, come l'aragosta, é un crostaceo molto prelibato, la polpa ha un sapore delicatissimo, si deteriora facilmente quindi dev'essere acquistato sempre vivo. Ecco qui, il nostro bell'astice vivo e pimpante, che non abbiamo minimamente intenzione di allevare nella nostra vasca da bagno! :-)


guardate che terrore nei suoi occhi! avrá capito giá quale sará a breve il suo destino... da fotomodello! ahahah, :-)

lo sapevo, non avrei dovuto usare il flash per immortalarlo, si é spaventato!


Per far soffrire il meno possibile l'astice, lo abbiamo, o meglio mon amour, lo ha ipnotizzato (andate a vedere qui al 21:33 minuto in poi, come esattamente l'ha ipnotizzato). L'astice si é addormentato, quindi si é calmato e rilassato in una posizione yoga, e poi...l'abbiamo tagliato a metá nel senso della lunghezza. Grigliato i mezzi astici sulla griglia per circa una decina di minuti, e gustato cosí com'é, senza intingoli vari che compromettono la delicatezza del sapore e dell'odore.
Carne tenera, buonissima. Ottimo il corallo dell'astice, vedete quelle uova rosse? mhmmmmm...

2 comments:

The happy housewife said...

L'astice è squisito, forse più dell'aragosta ma credo che se ne comprassi uno vivo finirei col tenerlo nella vasca da bagno perchè non ce la farei a ucciderlo...meglio vederlo già cotto! :D Baci

Byte64 said...

Kiki,
con tutta quella serie di divieti non so se mi farebbero entrare a Billingsgate!

:-D

Mi sa che l'ultimo astice che ho pappato fu proprio a Londra, forse come accompagnamento alle linguine in quel di "Zilli fish".

Ciao!
Tlaz