13 August 2009

Linguine con le vongole e i cannolicchi

Eccomi con un'altra ricettuzza di pesce fresco, acquistato al Billingsgate fish market. Un mercato, situato ad est di Londra, dove ogni mattina (tranne la domenica e il lunedí) viene smistato il pesce per tutto il Paese, e con grande affluenza di clienti, dai ristoratori a gente come noi, che ha voglia di mangiare del pesce fresco senza spendere cifre da capogiro!
Non avevo richiesto il permesso scritto, altrimenti mi sarei divertita un tantino di piú ad immortalare un mare di pesci, eheheh, é proprio il caso di dirlo! sí perché c'era una varietá di pesce notevole, freschissimo ed a un costo molto conveniente. In compenso, invece, ho immortalato il nostro bottino :-)
Che bella mangiata di cannolicchi, erano anni che non ne mangiavo uno! Sono molluschi bivalve che vivono nella sabbia e sono molto gustosi!

Ingredienti:
300 g di linguine (o spaghetti)
1 kg di vongole e cannolicchi
mezzo bicchiere di vino bianco secco
1 spicchio d'aglio
olio extra vergine di oliva
prezzemolo
sale.

Spurgare sia le vongole, sia i cannolicchi in acqua e sale per qualche ora, eseguire diversi risciacqui con acqua corrente e sostituendo di tanto in tanto l'acqua.
Preparare un soffritto di aglio e prezzemolo in olio evo.
Aggiungere le vongole ben scolate, e farle cuocere a fuoco vivo per 2-3 minuti fino a farle aprire. Spruzzare con il vino bianco e fare evaporare, (fare la stessa cosa con i cannolicchi, in un'altra pentola). Sgusciare la metà delle vongole lasciando da parte le altre per la decorazione. Sgusciare i cannolicchi e spezzettarli, unirli alle vongole. Aggiungere altro prezzemolo tritato, sale.
Lessare le linguine in abbondante acqua salata; scolarle e condirle con le vongole e i cannolicchi. Servire immediatamente, decorando con le vongole nel loro guscio e spolverizzare con prezzemolo tritato.
cannolicchi


Cannolicchi e vongole vive


E'uno dei miei piatti preferiti.


Qui ci sono i cannolicchi insieme al polpo. Abbiamo fatto soffriggere nell'olio evo l'aglio tritato e il prezzemolo, poi ci abbiamo buttati i cannolicchi. Abbiamo coperto con un coperchio e alzato un pochino la fiamma in modo da far aprire i cannolicchi.

Eccoli serviti col loro sughetto e il limone. Che bontá!




Polpo cotto in acqua con un poco di sale e un pizzico di pepe (questo é stato cotto un po' troppo, vero Begoña? ;-)) Poi, tagliato a rondelline. Infine, condito con olio extravergine d'oliva e il succo di limone.

4 comments:

Byte64 said...

Pulpo a la gallega i suppose...

Kiki,
ti vedo molto cuciniera ultimamente, peccato che rimani così fuori mano, se no mi invitavo a pranzo uno di questi giorni, guarda te che belle cose!

:-D

Tlaz

Barbara said...

I cannolicchi non li ho mai preparati, non avevo idea del loro tempo di cottura: grazie e buon ferragosto!

manu e silvia said...

I cannolicchi non li abbiamo mai fatti neppure noi, ma come condimento per una pasta con le vongole ci sembrano perfetti!
baci baci

Daniela said...

Adoro il pesce, le tue ricette sono favolose. Io i cannolicchili conosco bene, dalle mie parti sono veneta, li chiamiamo capelonghe e sono una prelibatezza.
Ciao Daniela.