24 October 2009

Hazelnut grape pie

Questo bel grappolone d'uva utilizziamolo per farci un dolcino. Ma cerrrrrrto! Ho giá in mente cosa... di sicuro non un dolcino, ma un dolce coi fiocchi!
Dovete sapere che con la mia carissima connazionale, grande amica da anni, ci scambiamo non solo consigli, opinioni, libri, cd ma anche vestiti, accessori, riviste, ricettari, teglie, attrezzi di cucina, etc.. etc.. ed é proprio su un ricettario allegato ad una rivista italiana, prestatomi da Serena, che mi ha ispirato il dolce che tra poco vado a preparare. Si tratta di una torta crostata farcita con confettura di uva. Stre-pi-to-sa!

Per la pasta frolla, ho usato la mia solita ricetta aggiungendo una bella manciata di granella di nocciole, che non ho pesato ma ad occhio potevano essere 60/70g. La ricetta della frolla la trovate qui


Per il ripieno si prepara la Confettura di uva
Ingredienti:
400 g di uva (ho usato uva rossa)
120 g di zucchero (ho usato il demerara)
succo di mezzo limone
una mela piccola (ho usato la Gala)

Lavate accuratemente l'uva, asciugatela ed eliminate i raspi.
Tagliate in due gli acini e privateli dei vinaccioli (io ho usato uva senza semi).
Versateli in un tegame a fondo spesso e lasciate cuocere a fuoco moderato,
senza aggiungere acqua, per una ventina di minuti, e schiacciate di tanto in tanto con un cucchiaio per far uscire il succo. Poi, aggiungete lo zucchero e il succo di limone. Lasciate cuocere ancora per quasi un'ora, rimestando continuamente.
Poi, unite una mela grattugiata, continuate la cottura, sempre a fuoco basso e mescolando spesso, fino a quando avrà raggiunto la consistenza desiderata. Togliete dal fuoco e lasciate raffreddare.
Mmmmmm che profumino! é ottima per farcire la torta/crostata, ma é perfetta anche su una fetta di pane tostato.

Adesso assembliamo la torta crostata.
Prendiamo la pasta frolla dal frigo e dividiamola in due panetti. Stendiamo i due panetti in una sfoglia sottile, uno dev'essere leggermente piú grande dell'altro.
Con quello piú grande rivestiamo lo stampo, lo bucherelliamo con i rebbi di una forchetta e mettiamo in forno preriscaldato a cuocere per una decina di minuti.
Intanto, decoriamo quello piú piccolo che ci servirá per la copertura, in questo caso incidiamo un grappolo d'uva. Quindi, con un tappino di una bottiglia piccina piccina facciamo dei cerchi e con un coltello pratichiamo sopra in alto un tralcio (il mio non é venuto perfetto, l'importante é che dia l'idea ;-) )
Trascorsi i 10 minuti togliamo dal forno il disco di frolla, lasciamo leggermente raffreddare e poi, riempiamo con la confettura di uva stendendola uniformemente.
Con l'aiuto di un mattarello trasferiamo delicatamente il disco di frolla sulla confettura facendo aderire bene i bordi. Togliamo la pasta in eccesso dai bordi ed informiamo in forno preriscaldato a 190 gradi per una quarantina di minuti. E' bene dare una controllatina prima, perché se i bordi sono giá belli dorati, rivestire col foglio di carta di alluminio cosí non si brucino.


mmmmhmmm 'sta crostata é golosamente divina! Irresistibile!! mi credete vero? E' finita in un baleno! E' certo che é da rifare!!! Provatela!!!
Sopra ci sta una bella spolverata di zucchero a velo.



Carissima Alice grazie 1000 per questi premi!

3 comments:

Federica said...

wow che bella...deve essere deliziosa!

dauly said...

kiki,che dire....io che non amo tanto le crostate,questa la ruberei!!

pinky80 said...

che bella questa torta!!e anche bella!