17 October 2008

Patate "Hasselback"

Patate Hasselback
Navigando nei food-blogs, sono venuta a conoscenza di questo modo originale e creativo di cucinare le patate al forno.
Il nome Hasselback proviene da un ristorante di Stoccolma chiamato Hasselbacken, dove furono servite per la prima volta e divennero la specialità del ristorante, adesso sono uno dei piatti svedesi più famosi. Devo dire che sono una bella variante alle classiche patate al forno! Io le patate le adoro in tutti i modi, e queste qui, alla maniera Hasselback, sono fantastiche! Adesso che le ho scoperte, giá so che in casa mia diventeranno un contorno speciale ed ufficiale!!!
Molto gustose nonché belle da vedersi, con l'interno morbido e la crosticina accattivante, croccantissima! Servite come stuzzichino e come contorno, sono andate a ruba!
Patate Hasselback
Cosa serve:
patate medio-piccole (io ho usato le desiree)
olio evo,
rosmarino e salvia tritata,
sale.
Ho pelato le patate (si possono fare con la buccia ben lavata), ne ho tagliato una fettina sulla base per farle stare ferme nella teglia, e per tagliarle piú facilmente, ho infilato alla base delle patate per il lungo uno stecchino di quelli per gli spiedini, ho inciso le fette sottili a distanza di due/tre millimetri senza arrivare alla base.
Le ho lavate sotto l'acqua corrente per eliminare un po' l'amido, questo serve per evitare che le fette si attacchino l'una all'altra, adagiate su una teglia e fatte asciugare in forno per 5 minuti a 220°.
Le ho condite con un trito di rosmarino, salvia, olio e sale. Ma va bene anche qualche fiocco di burro e un po' di pepe, oppure tra una fettina e l'altra si possono mettere delle foglie di alloro, di limone, etc.
Le ho lasciate cuocere per un'ora (dipende dalla grandezza delle patate) a 240°, girandole spesso per evitare che si attaccassero al fondo e per farle rosolare tutte.
Dieci minuti prima di terminare la cottura le ho sploverate con del parmigiano grattugiato. Si puo' usare altro formaggio a piacere, e insieme al parmigiano provate a mescolarlo con del pangrattato.
Vanno servite calde, sennò perdono la croccantezza.
Ecco come le ho servite. Peperoni rossi, arancioni, conditi olio evo, aceto e caprino, accompagnati con crostini e hasselback!
Patate Hasselback e peperoni

1 comment:

Ylenia said...

Kiki!! Mi avevano colpito così tanto queste patate che avevo salvato la tua ricetta, credevo di averle commentate e invece non spunta nulla, boh. Dicevo... le ho fatte ieri e hanno colpito tutti. Ho fatto una ricerca col web e ho visto che pur trovandosi in tanti blog io non le avevo mai viste, quindi grazie infinite per averle pubblicate, probabilmente non le avrei mai scoperte senza di te. Un bacione!!