5 October 2010

Uva brinata

Utilizziamo la frutta brinata (uva, mirtilli, ciliegie, spicchi di mandarino, lamponi, fragole etc..), i fiori, i petali (roselline, margherite etc..) e le foglie (menta, alloro, rosmarino etc..) per guarnire e decorare i nostri dolci e dessert, ma anche per decorare la tavola nel periodo natalizio... l'effetto brinato conferisce.. quel tocco di eleganza e raffinatezza.


Uva brinata
Ingredienti:
un albume d'uovo
tre gocce di estratto di vaniglia
acini d'uva
zucchero semolato.

Lavare ed asciugare bene gli acini d'uva.
Sbattere l’albume d’uovo con un goccio di vaniglia (la vaniglia serve a smorzare un pò l'odore di uovo) e immergervi dentro gli acini d’uva.
Rotolarli nello zucchero semolato fino a che siano perfettamente ricoperti.
Mettete gli acini d'uva su carta da forno ad asciugare. Riporre in frigo o
in congelatore per una trentina di minuti.
Una volta asciugati sono pronti per decorare torte, crostate, cheesecake, gelati, sorbetti, cocktails etc...


2 comments:

Alice4161 said...

Prendo nota...complimenti.


ciao

Fabiana said...

Sono totalmente in accordo con te!
Elegante, raffinata, di grande effetto....io coltivo le rose "solo" per poter brinare i petali, quest'estate al ristorante hanno trionfato su dolci, coppe gelato e alzate di cristallo!!!

L'eleganza....è sempre nei dettagli e nella semplicità!

Un caro saluto, Fabiana