31 October 2010

Tortelli ripieni di zucca e...

Entusiasta, vi presento i miei primi tortelli! Con questi, partecipo all'esperimento organizzato da mammapesciolina sul forum di Alf cucina.
Mi sono cimentata più volte con la pasta fresca fatta in casa, ma mai ripiena e, quale occasione migliore dunque per preparare stamattina questi tortelli con le meravigliose forumine?
Adoro la pasta fresca ripiena e, il mio frigo ogni tanto ne ospita qualche pacchetto acquistato di quelli artigianali, ma volete mettere poi la soddisfazione di mangiarsi un bel tortello fatto in casa con le proprie manine? Eh sì, è tutta un'altra storia.. ma poi, quanto mi sono divertita? Impasta di qua, stendi di là, tira di qua, accorcia di là, taglia qua, metti là, immortala questo, immortala quell'altro.. ahahah è sempre un divertimento garantito questi esperimenti! Poi, il mio amour che si aggirava in cucina a fare il cretino con le sue battute da farmi morire dal ridere ahahahah :-D
La mia farcia di zucca è un pò diversa... niente amaretti, niente mostarda che non ho trovato, ma credo perchè non ho cercato abbastanza... senza perderci in chiacchiere, passiamo subito alle foto e ricetta.


Tortelli di zucca e ricotta con burro fuso profumato alla salvia

Ingredienti per il ripieno dei tortelli:
300 g di zucca (la mia arancione tipo Giacomino il lanternino)
150 g di ricotta
100 g di formaggio tra parmigiano e caprino grattugiato
noce moscata
sale.

=> Due giorni prima cuocete la zucca tagliata a pezzi regolari, senza sbucciarla e pulita dai filamenti e dai semi, cuocete in forno per circa 50 minuti a 200 gradi accartocciata nella carta stagnola (ma i tempi possono variare a seconda del forno).
Dopo cotta, dalla polpa tenera eliminate la buccia, quindi fatela raffreddare, e poi schiacciatatela con lo schiacciapatate.
Sistematela in un colino a maglie fitte, lasciatela tutta la notte in frigo per farla scolare bene.



=> Il giorno dopo, aggiungete alla polpa di zucca: la ricotta, il formaggio grattugiato, la noce moscata e il sale. Mescolate bene, e se l'impasto risulta troppo molle aggiungete del pangrattato. Mettete in frigo.


=> Il giorno dopo ancora, prepariamo l'impasto della pasta all'uovo.

Ogni 100 g di farina 1 uovo.

Ingredienti:
300 g di farina
3 uova
un pizzico di sale.

Fate la fontana con la farina setacciata, ponete al centro le uova e un pizzico di sale. (Se serve, aggiungete un cucchiaio di acqua, deve risultare un impasto liscio e facile da lavorare).
Impastate bene fino a che la pasta risulti bella liscia. Lasciatela riposare mezz'ora avvolta nella pellicola trasparente.


=> Adesso tirate la sfoglia con la macchinetta.
Prendete il panetto e dividetelo in tanti pezzi quante sono le uova della pasta (nel mio caso in tre pezzi).
Lavoratene uno alla volta tenendo ben coperti gli altri.
Prima stendetelo un pochino col mattarello (aiutandosi con la farina se necessario) e poi posizionate il rullo della macchina sulla tacca più larga (sul 6) e tirate la sfoglia. Ripiegate la sfoglia di nuovo in tre parti e abbassate di una tacca e tirate la sfoglia. Ripetete questa operazione fino all'ultima tacca del rullo.


Parafrasando una frase della cuoca Alessandra Spisni "per essere una buona sfoglia sollevandola in controluce devo vedere i tetti di Londra" ;-)


Una volta ottenuto la sfoglia, con una rotella dentellata ricavatene delle strisce verticali e dopo tagliate le strisce in orizzontale ottenendo tanti quadrati di 6 cm di lato.
Al centro di ogni quadrotto di sfoglia ponete un pò di ripieno, più o meno grande quanto una nocciola.


=> Ora passate alla creazione del tortello (non è così difficile come sembra, basta prenderci la mano).
Prendete un quadrotto di sfoglia e piegatelo a metà sulla diagonale ottenendo un triangolo (se la sfoglia si è seccata, inumidite il bordo con un pò d'acqua).
Premete molto bene prima al vertice (che rimane rivolto al soffitto) poi man mano scendete premendo bene lungo i bordi facendo in modo che non rimanga dell'aria dentro al tortello. Arrotolate la base del tortello verso l'alto, congiungete le estremità ad anello, avvolgendo il tortello all'indietro attorno al dito indice. Sarò stata chiara? mmmm chissà!
Qui e qui potete vedere come si fa.

Allineateli su un vassoio spolverizzato di farina, lasciateli asciugare fino al momento di lessarli.


=> Cuocere i tortelli in una pentola capiente con abbondante acqua salata.
Intanto, in una padella antiaderente, sciogliete a fuoco basso il burro insieme alle foglioline di salvia.
Dopo pochi minuti che i tortelli sono a galla, con una schiumarola girateli delicatamente.
A cottura ultimata, scolate i tortelli pochi per volta con la schiumarola. Metteteli in un piatto di portata, conditeli versandoci sopra il burro fuso e la salvia. Spolverateli con una generosa dose di parmigiano grattugiato. E servite. Gnam! Gnam!


Ci vuole del tempo e pazienza ma a chi piace creare con le mani, il tempo è speso benissimo, dà soddisfazione! E che goduria dopo eh.. che bontà! La farcia è rimasta tutta all'interno, non se ne è rotto nemmeno uno! Doppia soddisfazione!! La prossima volta sperimenterò i ravioli!


Qui trovate l'elenco di tutte noi forumine che abbiamo partecipato all'esperimento tortelli.


Zucche svuotate e intagliate... vi lascio qualche immagine.. faccioni di Jack o' Lantern lasciati davanti ad ogni uscio di casa in questo periodo di Halloween nel mio quartiere.
È usanza ad Halloween intagliare zucche con volti minacciosi e porvi una candela accesa all'interno. Questa usanza nasce dall'idea che i defunti vaghino per la terra con dei fuochi in mano e cerchino di portare via con sé i vivi (in realtà questi fuochi sono i fuochi fatui, causati dalla materia in decomposizione sulle sponde delle paludi); è bene quindi che i vivi si muniscano di una faccia orripilante con un lume dentro per ingannare i morti.
Buon Halloween!

15 comments:

lafamevienmangiando said...

bellissimi i tuoi tortelli....molto raffinati nella forma!!!belle anche le zucche e ancor di piu' l'idea di lasciarle fuori casa!!!!bacibaciotti e complimenti!

Gialla said...

si presentano benissimo!!! Un sicuro successo :)

stella said...

Belli i tuoi tortelli, e che belle foto! ciao ;-)

sorbyy said...

I tuoi tortelli son venuti bellissimi!!
Simpatiche le tue zucche !!

chabb said...

Bellissimi Kiki, bravaaaaaaa!!!!!

Shade said...

bravissima Kiki!!!
ti sono venuti proprio bene!

kiarina77 said...

Questi tortelli sono stupendissimi!!! Sono contenta di averti scoperta! Davvero un'ottima cuoca! Un bacione!

Mirtilla said...

bravissima, sono favolosi :)

Stefy e Rosy said...

wow, e meno male che era la tua prima volta. e che servizio fotografico! complimenti!

Lory B. said...

Ciao!!!! Bel blog e bellissimi tortellini!!!
Mi sono aggiunta ai tuoi sostenitori, così non ti perdo di vista!!!!!!
UN bacione!!!!!

Le pellegrine Artusi said...

Buonissimi i tortelli con la zucca, mi piacciono perchè sono senza amaretti. Realizzati alla perfezione. Ciao baci

Luca and Sabrina said...

Ti sono riusciti benissimo i tortelli, poi addirittura sono anche i primi che fai, sei stata straordinaria davvero!
Bacioni da Sabrina&Luca

romana said...

Ciao !Mi piacerebbe invitarti visitare mio nuovo post, dove ti aspetta una piccola soppresina!Buona giornata Romana

Anonymous said...

che belli!!!ne mangerei volentieri un piatto!brava! baci chicca

ranapazza65 said...

Finalmente riesco a scrivere un post!! complimenti per il blog e i tortellini !!Li ho fatti anche io tanti anni fà e mi hai fatto venire la voglia di rifarli!!
Mi agggiungo ai sostenitori così non ti perdo!!
Se vuoi passa da me!!
Buon pomeriggio Anna