6 March 2011

Migliaccio di semola

W i dolci di Carnevale! Secondo la tradizione per essere dei veri dolci di Carnevale devono essere fritti, eheh ma quello che vi propongo io oggi, non è fritto :-) E' un dolce di Carnevale non fritto ma coi fiocchi! ;-) Si tratta del migliaccio.. un dolce a base di semola, latte, uova e ricotta, tipico campano e di una bontà infinita.
Iniziamo con la premessa che, per fare questo migliaccio, ci vuole un'ottima ricotta, ehehe anche se io qui me la sogno, non ho desistito e l'ho preparato lo stesso. Avevo proprio voglia di gustarmi questo migliaccio dal sapore delicato e aromatico, e dalla consistenza morbida e umida. Diciamo che il ripieno ricorda un pò sia la pastiera, sia la sfogliatella, diciamo che è un incrocio tra le due, per cui se vi piacciono pastiera e sfogliatella non potete non provare questo migliaccio! ;-) E se non avete ancora assaggiato la pastiera e la sfogliatella: a cosa state aspettando? ;-) :-D
Consiglio di gustarlo freddo di frigo, è più buono (secondo le mie papille gustative) e si sentono meglio tutti i sapori e gli odori.

Ci sono diverse variazioni... c'è chi mette la crema pasticcera facendo un fondo di frolla, chi mette le scorzette d'arancia, chi l'uvetta, chi il cedro, chi il liquore Strega... io ci ho messo il limoncello della mia mamy. Ultimamente metto limoncello dappertutto.. è così buono! molto profumato e non è molto alcoolico, proprio come piace a me.


Ingredienti:
1 l di latte
50 g di burro
buccia grattugiata di un limone
200 g di semola
5 uova grandi
300 di zucchero
500 g di ricotta
limoncello q.b.

Portiamo a ebollizione il latte con il burro, la buccia grattugiata di limone e 100 g di zucchero. Versiamoci a pioggia la semola e facciamola cuocere per quattro o cinque minuti, o fino a quando si addensa, e lasciamo raffreddare.


A parte montiamo le uova con il resto dello zucchero, uniamo la ricotta, il limoncello, aggiungiamo il composto di semola e mescoliamo bene.
Versiamo il composto in una teglia ricoperta con carta forno.
Cuociamo in forno preriscaldato a 180 gradi per un'ora o, fino a quando la superficie non assume un bel colore bruno.


Adesso volendo fare la puntigliosa :-D vi dico che è venuto un pochino alto, sarebbe stato perfetto qualche millimetro più basso ;-)


Buon Carnevale a tutti!

8 comments:

Housewives said...

dalle mie parti non si usa , ma io lo faccio lo stesso solo che la chiamo torta di ricotta e semola... mi piace veramente tantissimo e mi ricorda il ripieno delle sfogliatelle ricce (che ho pure fatto e che voglio rifare) ... che dire la cucina campana come quella siciliana sono particolarmente goduriose

Günther said...

è un dolce molto interessante, non solo perchè non fritto ma perchè molto goloso e perchè cosi belle tenero può essere apprezzato da tutta la famiglia

Mousse said...

Che buono che dev'essere,non l'ho mai assaggiato,cosi soffice e dolce
dev'essere una bonta'.
Un abbraccio e una buona serata.
Fausta

Rosa said...

Ciao si presenta benissimo, dev'essere una bonta', non lho mai assaggiato, grazie per la ricettina baci rosa a presto

DOLCI ACQUE DI TERRE BIANCHE said...

che bella ricetta
immagino il sapore
buona giornata cara
katya

Nicoletta said...

Kiki ma che bellissimo dolce!!!!!!!!!!
guarda lo provero' di sicuro perche' mi spira veramente tanto!!!!!! grazie mille per questa ricetta stupenda!!!!!!!
sembra veramente goloso.......

Erica said...

non conoscevo questa ricetta! particolarissima, complimenti!

Lalu said...

sembra cosi soffice questa torta! e di sicuro era deliziosa! un bacione e auguri per la festa della donna! smack!