5 February 2011

Taralli al vino... che bontá!

Stamattina sono riuscita a pasticciare un po' di cosine buone, tra cui questi gustosi taralli pugliesi, io ne sono ghiotta. Ultimamente, durante la settimana non riesco proprio a preparare nulla, nemmeno di sera, stanca come sono, dopo una giornata di lavoro: chi ne ha voglia! Già è tanto se preparo la cena! ;-) Con l'aiuto della mia dolce metà di solito prepariamo insieme.
I taralli piacciono tanto ad entrambi. La scorta che ci siamo portati dall'Italia è finita proprio qualche giorno fa. Erano segnati da un pezzo nella mia lunga lista da fare. Ogni volta che nel forum di Alf li nominavano mi dicevo: "li devo fare" e poi mai fatti fino a stamattina. Quella volta che li ho visti sul blog della carissima Niky mi sono detta: "appena finisco la scorta, li devo assolutamente fare!!" Ed eccoli qui!!!

Sono gustosi, friabili, appetitosi... uno tira l'altro! Difficile fermarsi. Eh si', vanno giù che è una meraviglia!!!
Siete pronti? Via con la ricetta! Sono riuscita a fotografare quasi ogni passaggio, per cui anche chi non li ha mai fatti, spero le foto invogliano a farli ;-) in fondo sono abbastanza semplici da realizzare.


Taralli con i semi di finocchio

Ingredienti:
500 g di farina 00
120 ml di olio extravergine d'oliva
2 cucchiaini di semi di finocchio
1 cucchiaino di sale fino
150 ml di vino bianco secco.

NB: come suggerisce la mitica Anna, nella ricetta originale ci va la stessa quantità di olio e di vino.
E nell'impasto base si possono aggiungere anche le cipolle, il peperoncino, i semi di papavero, di sesamo, il pepe, le olive, il rosmarino, i funghi, lo speck ..... qualsiasi cosa la ns fantasia ci suggerisce.


Setacciare la farina e disporla a fontana sulla spianatoia, versare al centro i semi di finocchio, il sale e l'olio, quindi impastare fino ad assorbimento.


Appena amalgamati questi ingredienti, versare il vino bianco, continuare ad impastare per circa 15 minuti fino ad ottenere un impasto elastico ed omogeneo.


 Formare dei bastoncini sovrapponendo le due estremità facendo pressione su di esse in modo da sigillarli.


Terminata la formatura dei taralli, portare ad ebolizione una capiente pentola piena di acqua, immergere i taralli nell'acqua bollente 8 alla volta, appena vengono a galla estrarli con l'aiuto di una schiumarola, metterli su un canovaccio ad asciugare qualche minuto e poi sistemarli in una teglia ricoperta di carta forno.


Cuocere in forno statico (preriscaldato) a 180° C per circa 50 minuti o fino a quando avranno acquistato un bel colore ambrato.



Questi sono per voi :-)



Con questa ricetta partecipo alla raccolta dell'Alf-Ricettario.Qui e qui trovate tutte le informazioni.



Una piccola parte della scorta di tarallini vari (dolci e salati) e fave in camicia.




Nel quartiere di Soho, Chinatown londinese, si preparano a festeggiare il Capodanno cinese, l'Anno del coniglio, domani domenica 6 Feb.
Vi lascio qualche scatto fatto ieri al volo.



Buon fine settimana a tutti!

9 comments:

Rosa said...

Ciao grazie per la ricetta, piacciono molto anche a me, rovero' buona domenica rosa.)

Mirtilla said...

son pericolosi!!!uno tira l'altro :)

Erica said...

quanto mi piacciono!! ti son venuti perfetti!! ^_^ che spettacolo il capodanno cinese :)

Nicoletta said...

Ciao Kiki...anche tu li hai fatti quindi!!!! sono troppo buoni impossibile resistere!!!! Grazie per il link al mio blog!!! un bacione!!!!

Anna said...

che belli questi tarallini

Byte64 said...

Mai più senza!

I miei preferiti sono alla cipolla e quelli a treccia con le mandorle salate.

Brava Kiki!

Carolina said...

No, aspetta, mi sono persa...
Ma tu vivi a Londra e eri di passaggio in vacanza? Scusami, ma non ho capito...

I taralli sono perfetti! Sembrano di quelli "comprati" tanto ti sono venuti bene!

Gattina Cheung said...

Kiki, I looooove taralli!!! I used to buy them at Italian special stores when I lived in US! Your version with fennel seeds (?) truely looks fantastic!!! Thank you for showing your result and other related links, I am going to do it soon for sure!
ps. also, it is good to alert Chinese to leave the poor shark alone :)

Kiki said...

* Rosa provali e fammi sapere :-)

* Mirtilla hai detto bene, sono pericolosissimi!

* Erica grazie, provali se puoi. Ieri, domenica c'ero anch'io ai festeggiamenti del Capodanno cinese in Trafalgar Square,
se riesco posto qualche foto.

* Niky alla fine li ho fatti! Li devo gia' rifare!!!!

* Anna grazie.

* Tlaz grazie, essí mai piu' senza ;-) alla cipolla (che adoro) li devo provare, e pure a treccine..

* Carolina ci sono anch'io! LonDon forever!!! :-)
Grazie del complimento, fa sempre piacere.. Se puoi, provali, sono ottimi come snack, e non solo!

* Gattina I love the taste and fragance of fennel seeds (semi di finocchio). These taralli are so crunchy, crisp and scented... irresistible! Try to bake some, I'm sure you'll love it, too. They will surprise you with their simplicity.
Isn't she cute in the shark costume? :-) Sharks should be respected as a vital elements of our marine ecosystems.
Thanks for your comment and visit.


GRAZIE a tutti per i vs graditi commenti, ho molto apprezzato.
Bacioni.
Kiki