31 December 2009

Tronchetto farcito alla Nutella con glassa lucida al cioccolato bianco

La copertura di questo tronchetto l'ho fatta con una glassa lucida a specchio al cioccolato bianco, la cui ricetta l'ho presa da Cookaround. Anche se di bianco non ha nulla, solo i fiocchi di neve :-) Mi é uscita troppo gialla, la prossima volta proveró con un altro tipo di cioccolato bianco.
A parte il colore, alla fine non é che mi dispiaccia tanto 'sto colore, fa parte dei miei preferiti, é delizioso e mette allegria.
Ve ne offro una fettina, accorrete che sta per finire! :-)



La ricetta del rotolo é quella di sempre: con le fruste, lavorate a lungo (almeno 15 minuti), 3 uova intere con 120 gr zucchero, deve risultare un impasto che 'scrive', ben gonfio e di colore giallo chiaro.
Mischiate 60 gr di farina con 60 gr di fecola e un cucchiaino di lievito e versate a pioggia sull'impasto di uova attraverso un setaccio. Con una spatola (niente fruste), mescolate delicatamente con movimenti dal basso verso l’alto per non smontare l'impasto. Stendete l'impasto in una placca da forno rivestita con carta forno. Cuocete a 180 gradi per 12/15 minuti.
Sfornate, capovolgete su un panno umido, staccate la carta da forno e arrotolate con delicatezza la pasta lasciandola all'interno del panno. Quando il rotolo si sará raffreddato, in circa 15 minuti, srotolate sempre con delicatezza, farcite a piacere ed arrotolate nuovamente.
Per la farcia: ho montato 200 ml di panna con le fruste elettriche, ci ho aggiunto 3 cucchiaiate di Nutella, mescolato bene. Ho srotolato il rotolo, l'ho bagnato con latte e nesquik. Ho cosparso con la crema e arrotolato nuovamente.
La copertura, come giá detto, l'ho fatta con una glassa lucida a specchio al cioccolato bianco, la cui ricetta é qui. Danita consiglia: "LA GLASSA VA VERSATA NON DIRETTAMENTE SUL PAN DI SPAGNA, PERCHè SE NO RISCHIATE DI FARLA ASSORBIRE DA QUESTO" io peró l'ho versata direttamente sul biscuit e non é stata assorbita.. é venuta cmq "quasi" perfetta, se cosí si puó dire.


Qui la glassa a specchio si nota bene, è venuta lucidissima.



Ringrazio tutti quelli che passano da qui e che mi seguono. Vi lascio augurandovi con tutto il cuore un Felice Anno 2010, che sia prospero e ricco di salute, serenitá, amore e tanta felicitá.
Auguri!




Christmas Tree in Trafalgar Square, London
Christmas Tree in Trafalgar Square, London
Christmas Tree in Trafalgar Square, London

29 December 2009

Pere al vin brûlé

Anche quest'anno il Natale è passato in fretta, tra abbuffate, passeggiate, chiacchierate e giocate fino a tardi. Niente white Xmas per noi, abbiamo avuto il sole e tanto freddo.
Sulla nostra tavola natalizia poteva mancare la frutta di ogni tipo, secca e fresca? certo che no! Ed ecco, come ho presentato le pere. Un modo semplice e d'effetto di servire le pere speziate ed ubriache; eh sí, le ho ubriacate e caramellate con il delizioso e aromatico vin brûlé, dal profumo inebriante. Il vin brûlé dona una nota calorosa ed avvolgente alle pere con tutti gli aromi delle spezie..
Pere al vin brûlé
Ingredienti:
4 pere (ho usato le conference)
un cucchiaio di zucchero
2 bicchieri di vin brûlé

Versare il vin brûlé con un cucchiaio di zucchero in una pentola con il fondo spesso, portare a bollore ed immergervi le pere sbucciate, intere, con il picciolo.
Lasciare cuocere coperto a fuoco lento per circa 20 minuti o sino a quando le pere risultino morbide, girandole di tanto in tanto. Togliere le pere con il mestolo di legno, metterle in caldo e continuare a cuocere il succo di cottura con una piccola noce di burro, fino ad ottenere uno sciroppo denso.
Adagiare le pere su un piatto di portata, servire insieme a qualche crepes (tagliate in diverse forme utilizzando il tagliabiscotti dal tema natalizio) e una pallina di gelato fiordilatte o alla vanilla, oppure di noci e toffee. Alla fine cospargere le pere con lo sciroppo ottenuto. Yummy! Divine!
Pere al vin brûlé


Altre cartellate, la ricetta la trovate qui. Questa volta ho steso le sfoglie con la macchina sfogliatrice, i miei polsi ringraziano.
Cartellate
Eccola qui, la classica con la manovella. Cercheró di non farla diventare un pezzo da collezione nel ripostiglio!!
macchina sfogliatrice



Questa bellissima fatina portafortuna me la dona la cara Chabba, grazie mille del pensiero. Seguite questo link per leggere la sua storia.



Scatola portabottiglia realizzata da mia sorella Miriam. Mi é piaciuta cosí tanto che ho voluto farvela vedere.


Un giro nel West End... qualche foto delle bellissime vetrine di Fortnum&Mason allestite a tema: il Lago dei Cigni (balletto che io adoro).
Covent Garden
Covent Garden
Covent Garden
Covent Garden
Covent Garden

Fortnum and Mason Xmas window display
Fortnum and Mason Xmas window display
Fortnum and Mason Xmas window display
Fortnum and Mason Xmas window display
Fortnum and Mason Xmas window display

21 December 2009

Biscotti di vetro colorato. Video-Auguri di Natale

La temperatura tocca i 3 gradi, nevica con un misto di pioggia, avremo un white Christmas quest'anno? Sembra proprio di sí, sarebbe magico, proprio come nei film. Ho passato un allegro pomeriggio indoor, al calduccio, a preparare altri biscotti natalizi con le mie piccole aiutanti. La ricetta l'ho presa qui, vi ho apportato qualche modifica.


Ingredienti:
350 g di farina 00
1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
un pizzico di sale
2 cucchiaini di cannella
100 g di burro
170 g di zucchero di canna
1 uovo
4 cucchiai di sciroppo d'agave
2 cucchiai circa di latte.

Confezione di caramelle di zucchero bollito incartate di diversi sapori e colori. Glassa pronta in tubetto (opzionale).
Nastrino.

Preriscaldare il forno a 180°C.
Per i biscotti, incorporare la farina, il sale, il bicarbonato di sodio e la cannella in una ciotola. Sminuzzare il burro fino a quando non assume la consistenza di pangrattato e quindi incorporare lo zucchero. In un’altra ciotola, battere l'uovo e lo sciroppo d'agave e quindi incorporare il tutto nella ciotola della farina per ottenere un impasto morbido, lavorando delicatamente con le mani.
Frantumare le caramelle nella loro carta con un mattarello. Stendere l’impasto su una superficie di lavoro spolverata con farina. Lo spessore deve essere di circa 5 mm. Tagliare in diverse forme utilizzando taglia biscotti dal tema natalizio. Trasferire i biscotti su teglie ricoperte di carta da forno. Ritagliare delle sagome al centro dei biscotti, assicurandosi di lasciare una bordatura sufficientemente spessa. Praticare un foro in cima a ogni biscotto con una cannuccia (o con uno stecchino) per poter applicare il nastrino in seguito.
Infornare i biscotti per circa 7 - 8 minuti. Rimuovere i biscotti dal forno. Riempire la sagoma al centro del biscotto con le caramelle frantumate. Mentre sono ancora caldi, controllare che il foro sia ancora presente; in caso contrario, praticarne un altro con la cannuccia.
Infornare di nuovo i biscotti per altri 3 - 4 minuti per far sciogliere le caramelle e per completarne la cottura. Rimuovere i biscotti dalla teglia solo quando si sono completamente raffreddati per consentire alle caramelle di indurirsi. Quando le caramelle si sono indurite, trasferire i biscotti su una griglia con una spatola.
I biscotti possono essere decorati con glassa in tubetto. Passare i nastrini nei fori e fare un cappio per appenderli all'albero.





I miei Auguri di Natale a tutti voi.

Mentre state leggendo, voglio regalarvi anche un video stupendo, condiviso da tutte/i noi, forumine/i di Alf. Un big GRAZIE va alla dolcissima Luisa, per la pazienza che ha avuto nel realizzare questo video/regalo speciale per tutte/i noi, molto apprezzato. Il video é tra i piú belli ed emozionanti, ci scalda il cuore... l'atmosfera magica é creata dai ns messaggi di Auguri corredati dalle ns ricette (queste mie 'mince pies' hanno partecipato al video) e della bellissima musica di sottofondo.
Per visionare il video, disattivare la musica in sottofondo a questo blog, scorrete fino in fondo alla pagina dove c'é la music playlist e cliccate sul tasto 'Pause'.
Buona visione!


video

20 December 2009

Tartufi al cioccolato e nocciole

Dolcetti libidinosi e di grande effetto, da divorare in un solo boccone. Li ho preparati per regalarli.. da portare in ufficio domani per coccolare i miei colleghi; da impacchettare in una scatola con carta velina sfrangiata e un bel nastro, et voilà! il Xmas present é fatto!! :-)


Ingredienti:
230 ml di panna
130 g di cioccolato fondente al 70% di cacao
una noce di burro
30 g di granella di nocciole
20 g di biscotti secchi polverizzati
3 cucchiai di latte
3 cucchiai di zucchero a velo
un cucchiaino di liquore a scelta.

Spezzettare il cioccolato fondente e scioglierlo a bagnomaria, o nel microonde, aggiungere il latte e mescolare.
Scaldare la panna sul fuoco (non deve bollire) con lo zucchero, il burro e il liquore, toglierla dal fuoco e versarvi il cioccolato sciolto, mescolare con cura, unire la granella di nocciole e i biscotti polverizzati mescolare ancora, dovrà risultare omogeneo. Mettere il composto in frigo per almeno un'ora sino a farlo rassodare completamente. Formare delle palline e rotolarle nelle codette di cioccolato o colorate (in alternativa, rotolarle nello zucchero a velo o nel cacao in polvere amaro, oppure nella granella di nocciole, o di mandorla, o di pistacchi o nel cocco grattugiato). Disporle in pirottini di carta o su un vassoio e metterle in frigo a rassodare ulteriormente per qualche altra ora. Si possono preparare in anticipo e si conservano bene in frigo. Buon Natale!

18 December 2009

I pan di stelle e i nidi di cioccolato

Ieri sera ho sfornato altri biscottini, i piú dolci che ci siano... i pan di stelle e i nidi di cioccolato. Ho sperimentato la ricetta dei pan di stelle, quella che si trova sul retro della confezione M. B. Stavolta niente stelline nel cielo di cacao come la scorsa volta, ma solo gocce. E come dice la dolcissima Sara: "abbiamo fatto i pan di gocce!" :-)
Pan di Stelle

Alcuni di questi golosi biscotti li regaleremo.

Nidi di Cioccolato

Pan Di Stelle + Nidi Di Cioccolato
Ingredienti:
500 g di farina 00;
2 cucchiai di miele millefiori;
30 g di cioccolato fondente (fuso);
30 g di cacao;
1 uovo;
70 g di burro;
90 g di margarina;
300 g di zucchero a velo;
40 g di latte fresco;
20 g di nocciole tostate spellate;
zucchero semolato;
una bustina di lievito;
un pizzico di sale.

Preparazione dell’impasto:
Frullare le nocciole insieme a 3 cucchiai di zucchero fino ad ottenere una crema.
Tenere da parte la pasta di nocciole così ottenuta e cominciare a lavorare la margarina con lo zucchero. Quindi mescolare i due composti a cui aggiungere il tuorlo d’uovo (conservare l'albume per fare la glassa) e tutti gli altri ingredienti, lasciando per ultimi la farina e il lievito e tenendo da parte 30 grammi di zucchero a velo. Lavorare lentamente con le mani o con il frullino fino ad ottenere un impasto omogeneo. Stendere una sfoglia alta almeno 3 mm. Ritagliare i biscotti con un bicchiere.
Preparazione della glassa:
Per la glassa montare a neve l'albume dell'uovo con 30 g di zucchero a velo. Spennellare su ciascun biscotto e spolverizzare con granelli di zucchero semolato.
Cuocere in forno per 10-15 minuti a 180°C su una teglia imburrata.
Per i Nidi Di Cioccolato ho usato lo stesso metodo di questi biscotti qui cioé, dall'impasto (lo stesso dei pan di stelle) ho ricavato dei rotolini di 3-4 cm di diametro, che ho tagliati a pezzettini formando delle palline grandi quanto una noce, ho adagiato su una placca da forno rivestita con carta forno, e ben distanziate tra loro.
Ho scavato un'incavatura al centro di ciascuna usando il manico di un mestolo di legno. Infornati a 200°C per circa 15 minuti. Estratti dal forno li ho messi quindi su una griglia a raffreddare, e poi, ho farcito con il cioccolato fondente sciolto a bagnomaria.
Nidi di Cioccolato
Pan di Stelle

16 December 2009

Crostatine ai pistacchi

Qualche sera fa gironzolavo nei blog di cucina, ero qui e ammiravo le crostatine di frolla al vino col ripieno di mandorle e pistacchi. Mi sono ricordata di avere una busta di pistacchi in scadenza da utilizzare subitissimo!! Ho preso nota della ricetta, grazie Tlaz. Ed eccole qui, replicate, l'aspetto non é proprio uguale (mie modifiche in rosso), ma erano squisite! Trascrivo la ricetta e vi consiglio di andare a fare un giro anche nel suo blog.

Ingredienti per la pasta frolla:
250g di farina
150g di zucchero
125g di burro
4g di vaniglia (1 bustina) (ho usato un cucchiaino di estratto liquido)
2 cucchiai di vino bianco secco
1 uovo
1 tuorlo
1 pizzico di sale.

Ingredienti per il ripieno:
100g di mandorle tritate finissime (farina di mandorle)
50g di pistacchi tritati finissimi (ho usato i non salati e non tostati)
3 cucchiai di zucchero a velo
1 pizzico di sale
1 uovo
1 bianco (riciclando quello avanzato dalla pasta frolla).

Procedimento:
la preparazione della pasta frolla è molto semplice, si sbattono le uova con lo zucchero, la vaniglia, un pizzico di sale e due cucchiai di vino bianco.
Si aggiungono gradualmente la farina setacciata e il burro a temperatura ambiente, fino ad ottenere un impasto morbido ma lavorabile, con il quale si rivestono gli stampini. (Il mio impasto é venuto un pó troppo appiccicoso. Per riuscire a stendere la frolla col mattarello l'ho messa tra due fogli di pellicola trasparente).
Il ripieno è molto semplice da preparare, basta tritare le mandorle e i pistacchi un po' alla volta con un macinino da caffè, poi si uniscono gli altri ingredienti fino ad ottenere una crema piuttosto densa.
(In una ciotola ho sbattuto le uova con lo zucchero fino a quando sono diventate chiare e gonfie. Ci ho aggiunto le mandorle e i pistacchi tritati, mescolato il tutto).
Con l'aiuto di un cucchiaino si deposita il ripieno nella formina di pasta frolla, fino ad esaurirlo. Infornate per circa 20 minuti a 180 gradi, i bordi delle crostatine devo prendere colore.
Di solito cerco di mettere la leccarda appena sotto la metà del forno, in modo che il calore sia più vicino nella parte inferiore.
Se vi sono avanzati pistacchi, tritatene qualcuno grossolanamente e decorate le crostatine, di sicuro sembreranno più attraenti grazie ai riflessi verdi della graniglia.
Come tutte le crostate, per me è sempre migliore se consumata il giorno dopo.

Le crostatine le ho preparate di sera. Il giorno dopo la frolla rimane friabile e morbida. Son piaciute tanto che sono sparite subito.

10 December 2009

Un cielo di cacao pieno di stelline luminose

Ieri pomeriggio ho coinvolto le mie nipotine nella preparazione di questi favolosi biscotti al cacao e nocciole, molto amati da tutti, soprattutto da loro. La ricetta ce l'avevo conservata da tempo immemore, in attesa di un giorno di riprodurre i mitici pan di stelle. Cosí ieri abbiamo trascorso delle belle ore insieme. Ci siamo divertite molto pasticciando, io all’impasto e loro con le formine, incollando le stelline di zucchero sui biscotti. E' stato bello vedere poi lo stupore sulle loro facce quando li hanno divorati, sorprese di aver creato biscotti d'effetto che allietano la vista prima ancora del palato. Sono venuti davvero buonissimi! Stamattina sono svaniti inesorabilmente a colazione.
Pan Di Stelle
Ingredienti:
500 g di farina 00
200 g di zucchero a velo
200 g di burro morbido
50 g di cacao amaro
50 g di nocciole tostate tritate (ho usato la mia pasta di nocciole homemade)
un uovo
60 ml circa di latte intero
una bustina di vaniglia
un cucchiaio di lievito per dolci
un pizzico di sale.

Per la pasta di nocciole: frullate a piú riprese le nocciole con 3 cucchiai di zucchero fino ad ottenere un composto cremoso.
In una ciotola capiente mettete la farina, lo zucchero a velo, il tuorlo, la crema di nocciole, la vaniglia, il pizzico di sale, il cacao e il burro freddo a pezzetti. Impastate e aggiungete man mano il latte, amalgamando con cura tutti gli ingredienti. Avvolgete l'impasto nella pellicola trasparente e mettetelo in frigo per mezz'ora.
Rivestite il piano di lavoro con la pellicola trasparente e stendete la pasta dello spessore di 5mm, tagliate i biscotti e metteteli in frigorifero per 10 minuti.
Cuocete in forno a 180° per 15 minuti.
Mentre i biscotti cuociono, preparate la glassa per le stelline: montate a neve mezzo albume d'uovo con 100 g di zucchero a velo vanigliato. Riempite la tasca da pasticciere con la glassa e, armatevi di molta pazienza e, iniziate a formare le stelline sui biscotti raffreddati. Io ho usato stelline di zucchero giá pronte.
Per incollare le stelline sui biscotti, sciogliete a bagnomaria un paio di quadratini di cioccolato fondente, intingere uno stecchino nel cioccolato (va bene anche la glassa) e picchiettare sulla superficie della stellina ed incollarla sul biscotto con una leggerissima pressione.


Stelline di zucchero colorato cadono sui biscotti di cacao e come d'incanto creano i pandistelle.
Pandistelle
Pandistelle

Pan di Stelle

Le nipotine devo dire che ci hanno preso gusto a tagliare e a decorare i biscotti, si sono giá prenotate, la prossima volta mi aiuteranno a fare i biscotti di vetro, come questi.


L'odore del cacao e la presenza delle nocciole conferisce ai Pan di Stelle quel tocco in più rendendo golosi questi biscotti. Sono di consistenza asciutta e friabili. Un po' croccanti quelli meno spessi, inzuppati nel tè o nel latte sono una vera libidine, assorbono bene il liquido (tranne quelli croccanti che non assorbono subito) senza spappolarsi. Soddisfatta del risultato, da rifare, e ho un'altra ricetta molto simile da sperimentare.


Ed ecco una delle tante scritte..



E poi, una passeggiata e un giretto sulle giostre..



La felicitá é fatta di piccole cose, di attimi, di emozioni in punta di piedi, di piccole esplosioni che in sordina allargano il cuore.