8 November 2009

La crostata di mele e mandorle è di Adriano Continisio

Perchè oggi 8 novembre 2009 molti food bloggers e forumisti pubblicano in contemporanea questa ricetta?

Per solidarietà con Adriano Continisio che l'ha inventata e pubblicata sul suo blog già nel 2007.

Riassumendolo in pochissime parole, questa manifestazione vuole porre l'attenzione prima di tutto sulla necessità di un comportamento corretto per chi usa la rete nei confronti di chi pubblica materiale. Spesso si sceglie di mettere a disposizione il proprio materiale o lavoro con una licenza che permette di usarlo a condizione che se ne citi la fonte e questo è già un dono, a nostro avviso. Si dice a chi legge: puoi gratuitamente utilizzare il materiale, puoi prenderlo, ma devi specificare che è mio e dire dove l'hai preso. Non è chiedere molto!

Altra importante condizione è che il materiale non venga usato a scopo di lucro.
Quando tutte e due le condizioni non vengono rispettate è evidente che la cosa è ancor più grave.

Questa volta è capitato ad Adriano, ma nel tempo è già capitato ad altri. Creare un tam tam è forse il primo di tanti passi per avversare il fenomeno, perciò ci siamo uniti e oggi pubblichiamo con il nome del suo autore la ricetta e la foto della crostata che ognuno di noi ha preparato.
E' ora che tutti sappiano di chi è la farina e pure il sacco!!!!!


Crostata di mele e mandorle di Adriano Continisio
Ingredienti:
400gr pasta frolla
4 mele grandi (ca. 600gr al netto degli scarti) (ho usato le Golden Delicious)
80gr di zucchero
4 cucchiai di amaretto di saronno
succo di mezzo limone
poca cannella in polvere.

Massa di mandorle:
120gr uova intere
60gr zucchero
50gr farina di mandorle
15gr farina di mais fioretto (non avevo il fioretto, ho usato il semolino)
15gr fecola
un pizzico di sale
estratto di mandorle

una manciata di mandorle a lamelle
sciroppo di zucchero
marmellata di albicocche.

Saltare a fiamma alta le mele sbucciate e tagliate a cubetti, miscelate con il succo di limone e lo zucchero, fino a che non risultino asciutte ma non spappolate. Incorporare il liquore e la cannella e lasciare raffreddare.
Foderare uno stampo da 26cm e cuocere in bianco per 15 minuti (i primi 10 con carta da forno e riso). Nel frattempo montare le uova con lo zucchero ed il sale, incorporare delicatamente le polveri e poche gocce di estratto.
Pennellare la frolla con poca marmellata, versare le mele, coprire con la massa e cospargere con le mandorle a filetti.
In forno a 170° per ca. 20 minuti.
All'uscita dal forno lucidare con sciroppo a 30°be. (Mi sono dimenticata di lucidarla).


E' stato un vero piacere preparare questa favolosa crostata, in segno di solidarietá con Adriano di PROFUMO DI LIEVITO.
E proprio ieri, insieme alle mie amiche, abbiamo goduto di questa crostata meravigliosamente profumata di mandorle con lieve fragranza di mela, cannella, limone, amaretto, e dalla consistenza soffice.
Questa crostata dà il meglio di sé fredda ed il giorno dopo. Assolutamente da rifare! (grazie Adriano)

4 comments:

dauly said...

kiki....approfitto di questa occasione x salutarti,su alf non ti vedo più!!!!!sei persa fra le nebbie di londra????
ciaooo

Scribacchini said...

Il profumo è arrivato fino a noi. Elenco delle crostate in coda al nostro post
Ciao, Remy

sorbyy said...

Veramente deliziosa!!!
Sono felice di aver partecipato
Ciao

Shade said...

che bello!!! ovunque c'è profumo di mandorle e amaretto!
un bacione
Shade